Non si tratta di una unità immobiliare in edificio plurifamiliare, quindi sono ammessi solo i lavori sulle parti comuni, a meno di sposare l’idea di edificio contenuta nell’articolo 2 del Dlgs 192/2005: «edificio» è «un sistema costituito dalle strutture edilizie esterne che delimitano uno spazio di volume definito, dalle strutture interne che ripartiscono detto volume e da tutti gli impianti e dispositivi tecnologici che si trovano stabilmente al suo interno; la superficie esterna che delimita un edificio può confinare con tutti o alcuni di questi elementi: l’ambiente esterno, il terreno, altri edifici; il termine può riferirsi a un intero edificio ovvero a parti di edificio progettate o ristrutturate per essere utilizzate come unità immobiliari a sé stanti». (Fonte:  I Libri del Sole 24 ORE Settimanale N. 22/2020 – Luglio 2020)